DEDICA
Fermignano: inaugurato Bike Park in memoria di Michele Scarponi
Ceriscioli: "Le due ruote raccontano un territorio sano di eccellenze"

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
〉 FERMIGNANO 25 feb 2020 / 18:02

Oggi siamo qui per inaugurare un parco sportivo straordinario. Quando guardo a questi impianti con tante opportunità penso a tutti i giovani di questa comunita’ che hanno la possibilità di crescere bene nei valori dello sport. Magari diventeranno campioni, magari no, ma saranno sicuramente dei bravi cittadini. Lo sport insegna sacrificio, amicizia, lealtà cioè quei valori importanti che aiutano a vivere.”

“L’impegno del Comune di Fermignano nell’utilizzare i fondi che come Regione offriamo al territorio costituisce un bellissimo esempio per tutti. Anche la scelta di dedicare questo impianto a Michele Scarponi segna la sensibilità e la voglia di essere parte di una grande famiglia. Come Regione nel 2020 abbiamo fatto una scelta importante: identificare la regione con le due ruote, perché la bicicletta racconta un ambiente sano, il paesaggio, la bellezza e le eccellenze di questo territorio che era nel cuore di Scarponi. Anche Vincenzo Nibali, uomo immagine che abbiamo utilizzato, ci ha dato la sua disponibilità proprio in memoria e in segno di fratellanza con l’amico e compagno di stanza Michele. C’è un po’ del campione marchigiano nella nostra campagna di comunicazione. In una regione plurale per definizione, dove passiamo dai passatelli alle olive alla ascolana attraverso il ciauscolo, abbiamo tanti motivi per essere diversi, ma la bicicletta unisce tutti dal mare alla collina alla montagna. Unisce anche le generazioni grazie alla pedalata assistita. Terzo valore dell’impianto la sicurezza: poter fare sport nelle migliori condizioni è fondamentale e attirerà ancora di più le famiglie”.

Lo ha detto il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che domenica mattina ha partecipato insieme all’assessore regionale la concittadina carpegnola Loretta Bravi e ai consiglieri regionali Andrea Biancani e Renato Claudio Minardi alla presentazione del nuovo Bike Park di Fermignano. Presenti tra gli altri anche i genitori di Michele Scarponi.

«Vogliamo rendere il territorio fruibile per il turista. Oggi è una bella giornata per Fermignano – ha aggiunto l’assessore Bravi – mi auguro che lo possa presto essere anche per il Montefeltro perché abbiamo un progetto corposo, complesso e ambizioso per un bike park e visti i rallentamenti, invito l’Unione dei Comuni e l’Ente Parco a far comprendere alla cittadinanza le loro intenzioni altrimenti le risorse saranno destinate altrove».

La nuova struttura inaugurata oggi, la prima in Italia certificata dal CONI, sorge nella frazione di Cà Vanzino, quartiere che negli anni è stato dedicato alla creazione dell’area sportiva principale costituita da vari impianti esistenti, tra cui due campi da calcio, tre campi da tennis e un pala roller. Il bacino di utenza di queste strutture è tale da poter soddisfare l’esigenza degli 8500 abitanti della città.

Il bike park, realizzato all’interno del comparto porta al completamento dell’area e permette di migliorare l’offerta sportiva per la popolazione crescente con la creazione di un percorso ciclabile sterrato impiegato come scuola di mountain bike, ciclocross e per tutte quelle attività sportive ciclistiche che si svolgono fuori pista. Il progetto rientra all’interno della progettazione dei PIL (Progetti integrati locali*) e cofinanziato dal Comune di Fermignano e, oltre alla creazione del bike park, prevede il rifacimento della tettoia dello spogliatoio principale, e delle recinzioni in cemento per una spesa complessiva di 150.000.

Il progetto è stato sviluppato attenendosi e adattandosi il più possibile ai regolamenti esistenti relativi agli impianti per attività promozionale, garantendo le condizioni di totale sicurezza degli atleti che ne usufruiscono.

La realizzazione del bike park nasce dall’esigenza di dare risposta ad un aumento importante di biker all’interno del territorio che in modo amatoriale o professionale trovano ideale il nostro territorio per allenarsi e tenersi in forma.

Nonostante la presenza di un territorio splendido per le escursioni, la problematica riscontrata da tutte le ASD operanti nella vallata era quella di trovare un luogo delimitato e senza contatto con il traffico per poter avviare i bambini all’utilizzo della mountain bike in sicurezza, e per questo grazie alla collaborazione dell’ASD Mondobici – Tecnoplast, uno tra i gruppi sportivi più importanti a livello nazionale, che ha messo a disposizione tecnici e atleti una consulenza gratuita e disponibilità nella gestione, si è pensato di elaborare la progettazione del nuovo Bike Park.

Il nuovo Bike Park realizzato in contiguità allo stadio comunale, utilizzerà in comune gli spogliatoi ed i magazzini, attualmente in gestione all’ASD Fermignano Calcio, per poter permettere agli atleti che usufruiranno della pista di aver un luogo di ricovero per le proprie bici e uno spazio adeguato per le docce.

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol