BASKET SERIE A
La Carpegna Prosciutto soffre e sfiora il primo successo in rimonta
A Pesaro passa l'Aquila Trento

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

VL PESARO – AQUILA TRENTO 95-101 d1ts (8-18; 31-42; 61-57; 82-82)

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: Barford 29, Drell, Mussini 12, Pusica 11, Calbini ne, Miaschi, Eboua 9, Chapman 16, Alessandrini ne, Basso ne, Thomas 14, Zanotti 4. All.: Perego

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Kelly 12, Blackmon 15, Craft 9, Gentile, Pascolo, Mian 3, Forray 15, Knox 23, Mezzanotte 18, King 6, Lechtaler ne. All.: Brienza

Arbitri: Attard, Borgioni, Morelli

Spettatori: 3869


La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro parte male, rimonta, reagisce e va a un passo dal primo successo stagionale. Alla Vitrifrigo Arena l’anticipo dell’8^ giornata di Serie A va alla Dolomiti Energia Trentino per 95-101 dopo un tempo supplementare.

Coach Perego manda in quintetto Barford, Pusica, Thomas, Chapman e Zanotti. La Dolomiti Energia schiera Kelly, Blackmon, Craft, King e Knox. Il primo canestro del match arriva dopo 4 minuti e 25 secondi e porta la firma di Knox. Gli ospiti piazzano un break iniziale di 6-0: coach Perego decide di chiamare il primo timeout della serata per invertire il trend ma la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro è in difficoltà e Trento si porta sul 13-0. Zanotti e Mussini realizzano i primi punti per i biancorossi e a 1’40” dalla fine del primo quarto il tabellone è sul 4-13. Nella Dolomiti Energia entra in campo Gentile per Craft: Mezzanotte mette a segno 5 punti consecutivi che aumentano le distanze tra le due squadre. Il quarto iniziale si chiude con l’antisportivo commesso da Forray su Mussini che dalla lunetta fa 1/2 prima di piazzare la bomba sulla sirena che vale l’8-18 dopo i 10 minuti iniziali.

Il secondo quarto parte con il canestro di Forray e quello di Mussini: capitan Thomas prende il posto di Chapman, Forray al 13′ piazza la tripla del +18 ospite. Pusica dall’angolo riduce il gap ma subito dopo è Knox a rispondergli per il 19-37 a 4’50” dall’intervallo. Barford realizza entrambi i liberi al 17′, poi Chapman commette il suo terzo fallo sul tentativo di tiro da tre punti di King. Eboua lotta a rimbalzo offensivo e firma due punti importanti prima dell’infrazione di passi fischiata a Gentile a cui viene poi sanzionato un fallo tecnico per proteste: Zach Thomas fa 1/2 ai liberi, con il canestro di Barford sulla sirena che tiene vive le speranze di rimonta della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro che chiude il primo tempo sul 31-42.

Il secondo tempo si apre con la grande reazione della squadra di coach Perego che realizza una tripla con Barford prima di riportarsi a -4 con Chapman al 22′. Clint fa esplodere la Vitrifrigo Arena con la bomba del -1: la terna arbitrale fischia un fallo tecnico nei confronti di coach Brienza a 7’15” dalla fine del terzo quarto. Pusica firma il canestro del pareggio a quota 44 e poi è Jaylen Barford a far emozionare i tifosi pesaresi mettendo a segno il sorpasso tanto atteso (46-44). King dall’angolo firma il nuovo +1 ospite, ma Barford non ci sta e replica nell’azione successiva (49-47): è una lotta punto a punto, Thomas da sotto realizza il nuovo vantaggio (52-51). La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro tocca per due volte il +7 con Mussini ed Eboua prima della tripla di Mezzanotte sulla sirena di fine quarto che vede i biancorossi avanti 61-57.

Gli ultimi 10 minuti si aprono con il pareggio dell’ex Blackmon prima dei canestri di Thomas e Pusica che con la sua tripla riporta avanti la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro (66-63) a 7’06” dalla fine. Knox accorcia a -1, Chapman mette a segno la bomba del +4 a cui risponde subito Mezzanotte (69-68). Craft commette fallo in attacco, Barford in lunetta fa 2/3 (75-70). Chapman firma il +5 a 3 minuti dalla fine, Kelly commette fallo su Clint che fa 0/2. Forray ne approfitta per colpire da 3 per il -2 ospite. La difesa biancorossa è ottima e costringe Trento all’errore: Vasa Pusica spara la tripla senza fortuna, poi coach Perego decide di chiamare timeout dopo il pareggio da sotto (77-77) firmato da Mezzanotte. Manca 1’14” alla fine, rientra in campo Mussini per Zanotti. La bomba di Pusica e Chapman portano la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro sull’82-77 nel corso dell’ultimo minuto di gioco ma la squadra biancorossa non riesce a chiudere il match: Mussini sbaglia la tripla della vittoria, dall’altra parte sono letali Forray dall’angolo e Knox che fa 2/2 in lunetta dopo il fallo commesso da Barford a quattro secondi dalla sirena. Sull’82-82 Barford tenta senza successo la tripla della vittoria.

All’overtime partono meglio gli ospiti che al 42′ sono sull’84-87 grazie a Knox e Blackmon; la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro lotta ma Trento allunga con Craft e ancora con l’ex VL che porta la Dolomiti Energia a +7 (88-95). La tripla di Barford del -4 tiene vive le speranze dei padroni di casa ma è Blackmon a chiudere il match con due tiri liberi che fissano il punteggio sul finale di 95-101. Il miglior realizzatore del match è Jaylen Barford autore di 29 punti. Nel prossimo turno i biancorossi saranno impegnati nel posticipo della 9^ giornata sul parquet di Roma per la sfida contro la Virtus in programma domenica 17 novembre alle 20:45.

Coach Federico Perego in sala stampa commenta il match: “Oggi è molto dura, abbiamo buttato al vento una grande occasione, è sotto gli occhi di tutti: poteva succedere con una squadra un po’ inesperta nel gestire i momenti chiave. Abbiamo gestito male le ultime situazioni come nel caso della tripla subìta da Forray. Nell’overtime ci siamo impallati e siamo andati in crisi tornando a giocare in maniera individuale: un vero peccato, sia considerando come era iniziata e sia per come si è sviluppata la partita che i ragazzi sono stati molto bravi a riaprire grazie al miglior secondo tempo di tutta la stagione. Ci manca qualcosa, siamo lì, ma dobbiamo fare uno sforzo in più per vincere match come questi che sono molto complicati. Nell’intervallo ci siamo parlati, nel secondo tempo abbiamo preso buoni tiri in ritmo che ci hanno permesso di rimontare con grande energia. Purtroppo la rimonta non si è conclusa come volevamo. Abbiamo sbagliato molti, troppi tiri liberi, ma non sarebbe corretto dare la responsabilità ai ragazzi: eravamo a +5, dovevamo chiuderla ma non lo abbiamo fatto. Dobbiamo trovare delle certezze, negli ultimi due minuti non siamo stati abbastanza cinici”.

 

DA: Ufficio Stampa VL Pesaro

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per la tua pubblicità qui: commerciale@trcarpegna.net

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol