Orienteering nel Montefeltro: Park World Tour pigliatutto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

— CARPEGNA

Giornata da sogno per il Park World Tour che si aggiudica il titolo italiano in Staffetta di Corsa Orientamento ad inizio maggio all’interno del Parco Naturale Sasso Simone e Simoncello sia con la formazione maschile (Tommaso Scalet, Sebastian Inderst e Riccardo Scalet) sia con la femminile (Noemi Inderst, Anna Giovanelli, Carlotta Scalet). Tra pioggia e tempesta i nero arancio hanno avuto la meglio al femminile su Us Primiero donne (a 14’:20”) e Pol Masi. Al maschile grande sorpresa del GS Pavione uomini (Emiliano Corona, Aaron Gaio, Walter Bettega a 9’:45”) e bronzo per Agorosso Bergamo (Giacomo Barbone, Michele Caraglio, Marco Seppi a 10’:09”). I GIOVANI: In M20 oro per l’Ori Tarzo, in W 20 per GS Pavione. In M17 e W17 vince US Primiero.

LA GARA ELITE: Parte subito bene il PWT con Tommaso Scalet che cambia al primo posto con un vantaggio di 1’:47″ sull’altoatesino Jonas Rass del Terlano. Seguono OriCuneo, con Dario Bertolini (2’:15”), Erebus Vicenza, (Michele Franco 2’:27”), e Agorosso Bergamo con Giacomo Barbone (+2’:46”). Subito fuori US Primiero tra i protagonisti più attesi. In seconda frazione maschile chiude ancora primo il PWT con Sebastian Inderst davanti a Crea Rossa (Pietro Palumbo a 5’:19” autore di una prova incredibile) e GS Pavione (Emiliano Corona a 5’:40”). Tocca poi a Riccardo Scalet finalizzare e portare a casa il titolo tricolore che rappresenta il secondo oro personale in 2 giorni per il giovane trentino. Argento al team GS Pavione con Walter Bettega a 9’:45” e a seguire l’Agorosso Bergamo con Marco Seppi a 10’:09”. Al femminile lotta più serrata con ottima partenza della Pol. Besanese (Eleonora Donadini) davanti a Polisportiva Masi (Viola Zagonel a 13”) e a seguire Ori Tarzo (Jessica Lucchetta a 2’:22”), Primiero (Nicole Scalet a 4’:28”) e 5° il PWT con Noemi Inderst. Pessima partenza per le favorite del Terlano con Renate Fauner che cambia a 19’:49”.

In seconda frazione le cose cambiano con il PWT che passa in testa grazie ad Anna Giovanelli davanti a US Primiero (Arianna Taufer 1’:32”) e Orienteering Tarzo (Maddalena De Biasi a 8’:12”). Risalgono le ragazze del Terlano con il 6° posto grazie a Sabine Rottensteiner. In ultima frazione Carlotta Scalet conserva il comando e chiude a braccia alzate sul traguado.

Le dichiarazioni dei protagonisti: «Abbiamo costruito fin da subito un vantaggio importante e nel finale Scalet non ha fatto altro che gestire la prova in sicurezza» spiegano i 3 uomini di PWT del team manager Gabriele Viale. La vera sorpresa di giornata è il GS Pavione. I trentini commentano così la loro prova: «È stato importante mantenere una condotta regolare in una competizione resa incontrollabile dal meteo. Nel finale bravo Bettega nelle scelte che ci hanno portato all’argento».

LE DONNE: «Siamo sorprese e felici – spiegano le ragazze di PWT – per noi è il primo titolo italiano». In particolare per Carlotta Scalet una bella rivincita dopo la pessima gara di ieri. US Primiero: «Gara estrema, praticamente ad eliminazione. Abbiamo ottenuto il massimo». Si chiude così una grande giornata di sport a Carpegna che ha visto gli organizzatori superare una prova durissima. Il maltempo ha pesantemente ostacolato il loro lavoro e tutta la manifestazione. La grandine ha iniziato a scendere verso le 10:40 e per oltre 90’ si è verificata un’escalation di rara intensità.

Matteo Dini, dell’ASD Picchio Verde ha tenuto a ringraziare tutti i partecipanti e l’ASD IKPrato di Massimo Bianchi, oltre all’Ente Parco, al Comandante Francesco Corallo della Brigata Folgore, gli Enti Locali e tutto lo staff. Presente all’evento pure il Commisario Straordinario, Sergio Anesi: «Temevo che l’evento venisse annullato – le parole di Anesi – ma gli orientisti si sono dimostrati veri sportivi che hanno onorato fino in fondo l’impegno».

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol