Vis Pesaro: missione compiuta!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

CASTELFIDARDO (4-4-2)

Bottaluscio; Mantini (Socci all’87’), Bordi, Borgese, Ghiani; Trillini (Burini al 76’), Grazioso (Montagnoli al 39’), Pigini, Massi (D’Ercole al 69’); Calabrese, Pedalino. A disposizione: Barbato, Recanatini, Lucci, Giannantonio, Savino. Allenatore: Roberto Vagnoni.

VIS PESARO (4-3-1-2)

Marfella; Rossoni, Paoli, Lignani, Boccioletti; Bellini, Rossi (Ridolfi al 75’), Carta; Buonocunto; Baldazzi (Cruz al 55’), Olcese. A disposizione: Cappuccini, Calzola, Dragonetti, Bortoletti, Patrignani, Sabbatini. Allenatore: Gianni D’Amore.

Castelfidardo. Alla fine è successo davvero. La tanto attesa quanto insperata promozione in Serie C è arrivata alla fine dell’ultima giornata di campionato, grazie ad una vittoria per 4 reti a 2 sul Castelfidardo e alla sconfitta del Matelica per 1-0 ad Avezzano.

Nel primo tempo non c’è storia: al minuto 8 Olcese trafigge il portiere avversario dopo una meravigliosa galoppata sulla fascia; al 15’ raddoppio di Bellini da posizione centrale e al 38’ dal limite dell’area Buonocunto centra il tris. Nel frattempo sono numerose le occasioni per la Vis che fanno tremare i 500 accorsi da Pesaro. Si va negli spogliatoi con la vittoria in tasca, tuttavia da Avezzano non arrivano le notizie sperate.

Al rientro dagli spogliatoi però la situazione cambia: la Vis si chiude in difesa lasciando ampi spazi di manovra agli avversari che ne approfittano per cercare di recuperare almeno un gol. Le occasioni non mancano: contropiede di Padalino che Marfella blocca con sicurezza mentre Pigini al 62’ sfiora il palo.

Dall’atra parte la vis ha l’opportunità del poker su rigore che però Olcese si fa parare da Bottaluscio. Al 77 il Castelfidardo riesce a segnare il gol dellab con Burini che insacca di testa su cross di un compagno. Il 3-2 porta la firma di Montagnoli che all’82’ lascia partire un tiro che ipnotizza Marfella.

La vis non ci sta a farsi rimontare una gara fino a quel momento perfetta e un minuto più tardi la chiude con Olcese, che trafigge il portiere avversario centralmente. Nel frattempo da Avezzano giunge la notizia della sconfitta del Matelica e allora può partire la festa.

La Vis Pesaro ritorna così tra i professionisti dopo 13 anni di purgatorio,dal fallimento del 2006 e le successive retrocessioni in Eccellenza, Promozione fino ad arrivare all’oblio della Prima Categoria.

 

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per la tua pubblicità qui: commerciale@trcarpegna.net

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol