Poggio Torriana: inaugurata la nuova Scuola Primaria “Marino Moretti” Una struttura altamente ecosostenibile ad impatto energetico Quasi Zero con il massimo livello in termini di sicurezza sismica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si è avverato un sogno! Poggio Torriana inaugura la nuova scuola primaria intitolata alla memoria di Marino Moretti. Un evento atteso da tempo dalla comunità bernese e realizzato in tempi record dall’Amministrazione del nuovo comune fuso, col contributo della Regione Emilia-Romagna.

Alla cerimonia d’inaugurazione sono intervenuti assieme al Sindaco Daniele Amati, al Vicesindaco Franco Antonini, e all’assessore alla scuola Cinzia Casadei, anche il Presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, l’assessore al bilancio Emma Petitti, la consigliera all’istruzione per la Provincia di Rimini Alice Parma e Francesco Subissati della ditta costruttrice.

«Era la  primavera di appena  due anni fa, il 14 aprile 2016, quando il Consiglio Comunale di Poggio Torriana ha approvato l’acquisizione in proprietà di quest’area dove oggi inauguriamo il primo importante stralcio della nuova scuola elementare ‘’Marino Moretti’’ – ha spiegato il Sindaco Amati – Con questo primo atto si sono poste le basi per  raggiungere uno degli obiettivi fissati al momento della fusione dei nostri territori,  che matura  oggi con la consegna a tutta la comunità, di un edificio adeguato e sicuro».  
 
La nuova struttura è stata realizzata grazie al contributo della Regione di 1 milione e 214 mila euro di risorse del bilancio regionale, al quale si sono aggiunti circa 60 mila euro di risorse comunali.

«Investire sugli edifici scolastici, significa – ha sottolineato il presidente Bonaccini – investire sul futuro della nostra società e della collettività regionale. Un futuro fatto di opportunità non lo si può pensare se non partendo dai più giovani, dalla scuola e dagli spazi per la crescita e la formazione. Fin da subito abbiamo apprezzato positivamente la qualità del progetto e del contesto, caratterizzato dalla concentrazione di altri edifici pubblici come il centro sportivo, il centro sociale, la scuola dell’infanzia e la biblioteca nonché la possibilità di accedere alla connessione della scuola alla banda ultra-larga».

La nuova scuola primaria, è capace di ospitare fino a 175 studenti, è stata realizzata su un unico piano e priva di barriere architettoniche. Oltre alle 5 aule realizzate (in grado di ospitare fino a 25 alunni ciascuna) ne sono previste ulteriori due (nel secondo stralcio del progetto di altri 390 mq) per accogliere eventuali temporanee punte di iscrizioni che ciclicamente si verificano.

Sono presenti anche 1 laboratorio di Scienze e informatica, 1 laboratorio di musica, la sala mensa su una superficie complessiva coperta di 783 mq. Sull’ area verde esterna sono state realizzate  attrezzature ludiche ricreative: 1 aula verde di didattica comprensiva di orto botanico e di una serra, l’installazione di un gazebo e un anfiteatro, per promuovere il contatto dei ragazzi con gli spazi esterni e la natura. 

l’esterno

«Nella progettazione di questa nuova scuola sono stati attentamente individuati i criteri costruttivi più idonei a garantire la salute, il confort e la massima sicurezza dei bambini. – spiega il Vicesindaco Antonini alla direzione dei lavori pubblici – L’impiego di materiali riciclabili come il legno, la posa di impianto fotovoltaico da 20 KW, che autoalimentano l’edificio di energia elettrica, la presenza di un sistema  di aerazione controllata, grazie alla quale verrà immessa negli ambienti aria pulita, ci permettono di dotarci di una struttura molto ben isolata che ci consentirà di risparmiare energia, con prestazioni termiche che ha portato ad ottenere una certificazione di classe energetica non solo di Classe A4, ma di un edificio ad impatto energetico Quasi Zero, nel pieno rispetto dell’ambiente». 

Dopo la benedizione del parroco Don Emanuele Giunchi, della frazione di Santo Marino, che ha portato i saluti del vescovo Lambiasi, si è svolto il taglio del nastro e l’ingresso tanto atteso, soprattutto dai tanti bambini presenti, all’interno dei locali della scuola.

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per la tua pubblicità qui: commerciale@trcarpegna.net

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol