Domani 17 gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate, protettore degli animali

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ci sono santi e santi e Sant’Antonio Abate è fra quelli più amati, non solo per le leggende che si raccontano di lui come santo fra il più tormentato dai diavoli, ma soprattutto perché – scelta una vita di povertà estrema – visse in solitudine e fu da esempio ai monaci medievali che nel suo nome erano soliti allevare un porcellino per i poveri. È questo suo “segno” che ha convinto a festeggiarlo il 17 gennaio, con tutti gli animali, grandi e piccoli da lui tanto amati. È il patrono degli animali domestici, dei macellai e salumai.

In tante città italiane lo si celebra e anche a Carpegna domani, dopo la Santa Messa all’uscita dalla Parrocchia di San Nicolò, si potrà portare i propri animali domestici per la consueta benedizione annuale.

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol