Festa della Donna: le 18 prime volte delle femmine negli eventi della Storia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

FOCUS

Ci sono strade che possiamo oggi calcare solo perché qualcuno le ha spianate prima di noi. Scienziate, astronaute, aviatrici, Premi Nobel: le storie di 18 donne che non hanno accettato di farsi definire soltanto dal genere.

 

VALENTINA TERESHKOVA  PRIMA DONNA NELLO SPAZIO

A bordo della Vostok 6, il 16 giugno 1963, la cosmonauta effettuò 49 orbite terrestri, divenendo la prima donna a orbitare attorno al nostro pianeta (e l’unica, finora, ad aver viaggiato nello Spazio in solitaria). Nei tre giorni di missione fotografò la Terra, la Luna e riferì gli effetti del volo spaziale sull’organismo.

 

 

 

 

AMELIA EARHART  PRIMA DONNA A SORVOLARE L’ATLANTICO

Era già riuscita nell’impresa nel 1928, ma come passeggero al seguito del pilota Wilmer Stultz e del copilota meccanico Louis Gordon. Tuttavia all’aviatrice statunitense, la parte del “sacco di patate” (come ella stessa si definì) non andava giù, così 4 anni dopo volle ripetere la sfida. Il 20 maggio 1932 pilotò da sola e senza soste un monomotore rosso da Harbour Grace, nel Newfoundland (Canada) a Culmore, nell’Irlanda del Nord, in poco meno di 15 ore e superando problemi meteorologici e meccanici.

 

 

 

 

JUNKO TABEI  PRIMA DONNA A RAGGIUNGERE LA CIMA DELL’EVEREST

Il 16 maggio 1975 l’alpinista giapponese, a capo di una spedizione di 15 donne, toccò per prima la vetta dell’Everest, 12 giorni dopo che una valanga si era riversata (fortunatamente senza fare vittime) sul suo campo base. Nel 1992 divenne inoltre la prima donna a completare l’ascesa delle Seven Summits, le sette cime più alte del Pianeta.

 

 

 

 

 

 

KATHRYN BIGELOW  PRIMA REGISTA DONNA PREMIO OSCAR

La statuetta che mai, prima del 2010, era stata assegnata a una donna arrivò finalmente 7 anni fa, con il film The Hurt Locker, che racconta la storia di un gruppo di artificieri dell’esercito USA in Iraq. Dal 1929 al 2009, il premio al miglior regista era sempre stato assegnato a uomini, e fino al 2010 solo 4 donne, inclusa la Bigelow, erano state candidate. Le cose nel frattempo non sono migliorate. Solo il 7% dei registi dei migliori 250 film del 2016 è di sesso femminile.

 

 

 

 

 

 

MARIE CURIE  PRIMA DONNA PREMIO NOBEL

Nel 1903 Maria Skłodowska-Curie ricevette il Nobel per la Fisica per i suoi studi sulla radioattività (insieme al marito Pierre Curie e al fisico francese Antoine Henri Becquerel). Nel 1911, con il Nobel per la chimica per la scoperta di radio e polonio, divenne l’unica donna nella storia ad aver vinto più di un Nobel e una delle sole due persone ad averlo vinto in due aree distinte (l’altro è il chimico e pacifista statunitense Linus Carl Pauling). 

 

 

 

 

SARAH BREEDLOVE  PRIMA IMPRENDITRICE FATTA DA SÉ

Ossia la prima donna americana a diventare milionaria senza aiuti, senza essere nata da una buona famiglia e senza relazioni con potenti. Nata in Louisiana da una famiglia di ex schiavi neri nel 1867, e rimasta vedova a 20 anni, fece fortuna a partire dai 37 anni, con una linea di prodotti anticaduta per capelli dedicata alle donne di colore. Divenne così celebre da essere identificata con il nome della sua azienda, la Madam C. J. Walker. Qui la vediamo guidare un’automobile, con alcune amiche.

 

 

 

 

ELENA LUCREZIA CORNARO PISCOPIA  PRIMA DONNA LAUREATA AL MONDO

L’erudita italiana vissuta nella Repubblica di Venezia nella seconda metà del Seicento approfondì gli studi in teologia, filosofia, greco, latino, ebraico e spagnolo; le fu impedito di laurearsi in teologia all’Università di Padova – un traguardo giudicato inaudito dai vescovi del tempo, per una donna – ma riuscì a ottenere, nel 1678, a 32 anni di età e per una sorta di “compromesso” dopo lunghe lotte per farsi accettare, una laurea in filosofia, divenendo così prima donna laureata al mondo.

 

 

 

 

 

 

LAURA BASSI  PRIMA DONNA DOCENTE UNIVERSITARIA

Se Elena Lucrezia Cornaro non riuscì mai ad esercitare la carriera universitaria, la seconda donna laureata d’Italia, la fisica bolognese Laura Bassi (1711-1778), seguace delle teorie newtoniane, si inserì nella strada tracciata da colei che la precedette, diventando, nel 1732, la prima donna al mondo ad avere una cattedra universitaria (in fisica, all’epoca filosofia naturale) presso l’Università di Bologna. Nel 1776 ebbe la cattedra di fisica sperimentale nell’Istituto delle Scienze della sua città.

 

 

 

 

 

 

 

SVETLANA SAVITSKAYA  PRIMA DONNA A COMPIERE UNA PASSEGGIATA SPAZIALE

Nel 1984 la cosmonauta alla seconda missione divenne la prima donna ad aver volato nello Spazio due volte, nonché la prima ad effettuare una attività extraveicolare (per 3 ore e 35 minuti, all’esterno della base spaziale russa Salyut 7). 

 

 

 

 

 

 

FABIOLA GIANOTTI  PRIMA DONNA A CAPO DEL CERN

La fisica italiana che nel 2012 era a capo di uno degli esperimenti che portò all’individuazione del Bosone di Higgs è dal 1 gennaio 2016 Direttore Generale del CERN, prima donna in assoluto a guidare il più importante laboratorio di fisica al mondo. Altri due italiani hanno ricoperto questo incarico prima di lei: Carlo Rubbia e Luciano Maiani.

 

 

 

 

KRYSTYNA CHOJNOWSKA-LISKIEWICZ  PRIMA DONNA A COMPIERE UN GIRO DEL MONDO IN BARCA A VELA IN SOLITARIA

La velista polacca salpò dalle isole Canarie il 28 febbraio 1976 per ritornarvi nel 1978, dopo aver percorso in barca a vela 57.719 km in 401 giorni (dall’Atlantico alle Barbados; dai Caraibi attraverso il Canale di Panama; dal Pacifico fino all’Oceano Indiano e di nuovo verso nord ovest, oltre il Capo di Buona Speranza).

 

 

 

 

NANCY LIEBERMAN  LA PRIMA DONNA ALLENATRICE IN NBA

Dopo una carriera costellata di prime volte – la prima donna a giocare nella Summer League della NBA, poi in una lega professionistica maschile – Nancy Lieberman (a destra nella foto) divenne, nel 2009, prima donna allenatrice di una squadra affiliata all’NBC (i Texas Legend) e, nel 2015, seconda donna viceallenatrice di una squadra NBA (i Sacramento Kings). La prima vice allenatrice donna in assoluto è, dal 2014, la giovane Becky Hammon (San Antonio Spurs), alla quale Lieberman ha, con la sua esperienza, spianato la strada.

 

 

 

MARGARET ABBOTT  PRIMA CAMPIONESSA OLIMPICA STATUNITENSE

Nel 1900 la 22enne statunitense conquistò la vittoria nel torneo di golf olimpico svoltosi a Parigi, a margine dell’Esposizione Universale di quell’anno. L’edizione fu talmente male organizzata, che la Abbott non seppe mai di aver vinto le Olimpiadi. Pensò di aver conquistato un normale torneo e solo dopo la sua morte si stabilì che quella gara era valsa per le Olimpiadi vere e proprie.

 

 

 

 

 

 

MARIA TERESA DE FILIPPIS  PRIMA DONNA PILOTA IN FORMULA 1

Nel 1958 la contessa napoletana, classe 1926, divenne la prima donna a correre un Gran Premio di Formula 1, a bordo di una Maserati.

 

 

 

 

 

ARETHA FRANKLIN  PRIMA DONNA AD ESSERE INVITATA NELLA ROCK ‘N’ ROLL HALL OF FAME

La prestigiosa classifica era stata inaugurata soltanto l’anno precedente, nel 1986, e includeva fino ad allora soltanto 16 nomi maschili di “pilastri” della storia del rock.

 

 

 

 

ARTEMISIA GENTILESCHI  PRIMA DONNA NELL’ACCADEMIA DELLE ARTI DEL DISEGNO

La pittrice di scuola caravaggesca, qui in un autoritratto, fu la prima donna ad essere accettata, nel 1616, nella scuola fiorentina, la più antica accademia del disegno al mondo nonché una delle più prestigiose.

 

 

 

 

 

ADA LOVELACE  PRIMA DONNA PROGRAMMATRICE

O meglio, prima programmatrice al mondo, indipendentemente dal genere. La brillante matematica inglese ideò, nel 1843, ciò che viene considerato il primo software, un algoritmo che potesse descrivere le operazioni calcolatore meccanico inventato dal matematico Charles Babbage..

 

 

 

 

SUSAN HELMS  PRIMA DONNA SULLA ISS

L’astronauta della Nasa fu la prima donna a visitare la stazione spaziale internazionale, nel corso dell’Expedition 2, da marzo ad agosto 2001.

© TRC - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per la tua pubblicità qui: commerciale@trcarpegna.net

Potrebbero interessarti anche...

EnglishItalianoEspañol